Internazionalizzazione

 


HOME PAGE

La scuola secondaria di secondo grado in Italia, seppur lentamente, continua il suo percorso di apertura verso l’estero; la «volontà» dei Dirigenti Scolastici, la proattività dei docenti, il coinvolgimento delle famiglie e il sostegno (legislativo ed economico) da parte dello Stato sono tutti ingredienti necessari affinché la Scuola e gli studenti italiani proseguano decisi nel percorso di internazionalizzazione.

L’internazionalizzazione infatti mira a promuovere nelle scuole una maggiore sensibilità alle tematiche di respiro internazionale, con pratiche didattiche innovative e scambi internazionali .

Che cos’è l’internazionalizzazione della scuola ? Risultati di un sondaggio

APERTURA AGLI ALTRI55%
– Globalizzazione della scuola / apertura agli altri / alle altre culture / integrazione23%
– Approfondire la conoscenza delle altre culture22%
– Portare i ragazzi a diventare cittadini europei / portarli ad aprirsi all’Europa / a muoversi in Europa12%
– Conoscere le lingue / saper comunicare4%

Molte scuole, spinte da fenomeni ed eventi che portano a modificare in maniera sostanziale strutture e relazioni sociali ma anche sollecitate dalle opportunità di confronto e di agire comune con scuole di altri paesi , si stanno attrezzando per affrontare i processi di globalizzazione, per aprire le proprie realtà ad altro e diverso, per offrire di più e migliorare la propria offerta formativa .

L’Europa ci dice che la scuola del 21esimo secolo deve essere pensata /organizzata in maniera da permettere ai suoi studenti di uscire attrezzati per il mondo che cambia e che, consapevole della realtà della globalizzazione, la scuola deve porre al centro del suo procedere principi quali conoscenza, equità, sostenibilità, inclusione, cittadinanza attiva, dedicando il massimo delle energie ai processi di acquisizione delle competenze necessarie per il loro esercizio. G li obiettivi europei per il 2020, sono lo scenario entro il quale si muove la scuola che si rinnova, uno scenario europeo condiviso e sostenuto ai livelli nazionali.

Nel Rapporto ET 2020, presentato al Consiglio dei Ministri il 10 Febbraio 2012, si legge: I sistemi di istruzione e formazione devono essere modernizzati per rafforzare la loro efficacia e qualità e per permettere alle persone di acquisire quelle abilità e competenze delle quali hanno bisogno per riuscire nel mercato del lavoro. Questo aiuterà le persone ad affrontare le sfide attuali e future… migliorerà la competitività dell’Europa e genererà crescita e lavoro.. .

Cos’è dunque l’internazionalizzazione? Cosa si intende con questo termine : più lingue, più mobilità, più cooperazione, più inclusione, più competenze mirate, più tecnologie, più cittadinanza attiva?


SCAMBI INDIVIDUALI

Nel contesto del programma di apprendimento permanente, si definisce “mobilità” un periodo di tempo trascorso in un altro Paese per svolgere studi, intraprendere un’esperienza lavorativa, condurre un’altra attività di apprendimento o didattica. Quindi si definisce “mobilità” un viaggio all’estero, si tratti di una visita presso un istituto partner (ad esempio un incontro di progetto o una visita di studio) o della partecipazione ad un evento organizzato da una rete o da un progetto sostenuto dal programma di apprendimento permanente.
Uno studio recente ha dimostrato che viaggi e scambi non si limitano a incrementare le competenze interculturali di allievi e insegnanti, ma esercitano anche un’influenza positiva sulla quotidianità degli istituti, suscitando un maggiore interesse degli allievi nei confronti di altri paesi e culture.
Oltre a ciò non sono meno importanti altri obiettivi didattici quali : l’l’utilizzo di una lingua straniera in un contesto di reale comunicazione, l’interesse per uno studio più approfondito del Paese di provenienza degli ospiti; socializzazione, intrecciando nuove relazioni con coetanei di diversa provenienza.

Il liceo Galilei da sempre promuove questi progetti, come si evince dagli scambi che ogni anno prepara e mette in atto, e che coinvolgono tanti studenti e tante famiglie che aprono le loro case a ragazzi che vengono da un paese straniero.
Tradizionalmente il Liceo Galilei effettua scambi con l’Australia, l’Argentina e più recentemente con la Polonia.


Vai alle gallery

 


EXCHANGE STUDENTS 

Exchange Student traduzione: studente di interscambio culturale

L’exchange student infatti è uno studente che decide di trascorrere un periodo (tre mesi – sei mesi – un anno) in una scuola all’estero, vivendo a stretto contatto con la realtà locale e diventando parte integrante della sua nuova comunità in una famiglia ospitante e frequentano una nuova scuola, dove incontreranno nuovi compagni, stringeranno amicizie, seguiranno discipline diverse dalla loro scuola di provenienza.

La condivisione dell’attività didattica e il rapporto di amicizia con coetanei provenienti da un’altra nazione rappresentano momenti di crescita e di scoperta di valori.

Il Liceo Galilei accoglie da anni exchange students con progetti specifici; gli studenti stranieri oltre a frequentare un corso di lingua italiana, seguono un orario di lezioni personalizzato e modellato sulle loro capacità e competenze.

Dopo Satoshi Suzuki, Cara O’Brien , Thomas Tooke, Tiana Barajas , Ana Carolina Casotti e altri studenti da diverse nazioni extra- europee, attualmente Isabelle (Belle) Patzer dal Wisconsin (USA) e Wei- Chen Hung da Taiwan condividono il loro percorso didattico con i nostri studenti.

Belle Patzer ha 16 anni, rimarrà in Italia fino a gennaio 2018; ama il calcio e lo sport in generale .

Wei-Chen Hung ha 16 anni, rimarrà in Italia fino a giugno 2018; ama la musica ( suona il piano da molti anni) e l’arte. Progetti per il futuro : diventare architetto.

A fine novembre avremo con noi anche Anna e Taya dall’Australia

 

– Vedi la gallery


CERCO FAMIGLIA

In questa sezione le famiglie disponibili all’accoglienza troveranno i nominativi :

  1. dei ragazzi stranieri ( exchange students ) che Intendono trascorre dai due ai dieci mesi in Italia e che per realizzare il loro progetto necessitano di una famiglia che offra loro vitto ed alloggio.
  1. degli studenti ( argentini , polacchi, australiani, e di tante altre nazionalità) che faranno parte dei progetti scambi di classe o individuali del nostro istituto e che hanno bisogno di una famiglia per un periodo breve, che in genere va da una settimana a dieci giorni.

Chiunque fosse interessato o avesse bisogno di informazioni a riguardo può contattare la Prof. Nebuloni Clelia ([email protected] ). Si fa presente che la segreteria non dispone di informazioni a questo proposito.

 

 


 STAGE ALL’ESTERO E SOGGIORNI STUDIO

 

L’INTERNAZIONALIZZAZIONE AVVIENE ANCHE ATTRAVERSO GLI STAGE ALL’ESTERO ( DURANTE L’ANNO SCOLASTICO ) – E I SOGGIORNI STUDIO ( NEL PERIODO ESTIVO)

Durante l’anno scolastico il Liceo Galilei effettua per tutti gli indirizzi, ma con speciale riguardo al linguistico, stage all’estero in Gran Bretagna, Irlanda , Germania, Francia, Spagna e nel periodo estivo oltre all’Europa si propongono anche mete negli USA . Gli stage e i soggiorni- studio all’estero mirano al raggiungimento delle seguenti finalità ed obiettivi : 

FINALITA’

  • Formazione interculturale e di presa di coscienza di una cultura ed abitudini di vita diverse da quella italiana e relativo confronto
  • Allargamento degli orizzonti conoscitivi degli alunni
  • Consapevolezza della valenza culturale del viaggio
  • Riconsiderazione critica di alcuni presupposti culturali dell’ identità sociale degli studenti

 

OBIETTIVI

  • Rafforzamento dell’abilità di espressione in lingua straniera e miglioramento della “fluency”
  • Miglioramento della comprensione in Lingua straniera
  • Motivazione all’utilizzo della lingua straniera in un contesto di reale comunicazione
  • esercitazione delle capacità organizzative
  • conoscenza della città e dei luoghi oggetto della visita , nelle sue caratteristiche architettoniche, ambientali, storiche e letterarie
  • rafforzamento della capacità di condurre ricerche e comprendere informazioni da testi in lingua straniera
  • Apprezzamento “dal vivo” di opere d’arte oggetto di studio (dipinti, sculture, edifici, ecc.)

 

 


– Vedi Gallery

 


Content and Language Integrated Learning

  • Con CLIL si intende l’integrazione di lingua straniera e contenuti disciplinari di materie non linguistiche, cioè consiste nell’insegnamento di contenuti disciplinari in cui la lingua straniera è usata come mezzo di apprendimento. Questo tipo di approccio nell’insegnamento aumenta l’esposizione , da parte dello studente, alla lingua straniera. Il CLIL fa parte della Riforma Scolastica del Ministro Gelmini ed è previsto nell’ultimo anno di liceo scientifico e classico e dal terzo anno di liceo linguistico.


Matematica in inglese o in franceseAd esempio :

Fisica in inglese o in francese

Storia dell’arte in tedesco

ESERCIZI

Write the following expressions in figures

Three times eks over two times uai divided by eks squared over two 

  • Three hundred and fifty plus – in brackets – eighty-nine times four, all over eleven, equals sixty-four point one eight 
  • If ef of eks equals eks cubed minus one divided by eks, then ef of two is seven halves.

 Write in words the following expressions:

  • a: logarithm to the base 2of 81equal to 4 by logarithm to the base of 3
  • b. : 3 raised to power x by 3 to 2x minus 1 all divided by 3 raised to 1 minus x equal to 3 raised to power 4x minus 2 

 

 



HISTORY WALKS

The Original History Walks sono passeggiate di un’ora e trenta in lingua (inglese, francese, spagnolo, latino ed anche italiano) per le vie di alcune delle più belle città italiane (Pavia, Piacenza, Milano, Parma, Torino, Mantova, Verona, Vigevano , Monza, Siena, ed altre ) durante le quali l’History Walker ( madrelingua) racconta a tappe la storia insolita e suggestiva di un personaggio famoso che ha in qualche modo è legato a quel luogo, o leggende, oppure ancora segue un percorso tematico che si snoda nelle vie e tra gli edifici di quella città.

La metodologia History Walks mette la città in secondo piano, e al centro la Storia e le storie di chi in quella città ha vissuto, scoperto, studiato, combattuto, regnato, sofferto. Ogni walk è una vera e propria teaching unit completa, graduata su tre livelli linguistici.

Ogni anno numerose classi del Liceo Galilei effettuano un’uscita in una di queste città dove un History Walker li attende e poi li guida tra le strade della città , raccontando e spiegando, in lingua straniera, i legami tra luoghi e personaggi famosi.

:: PIACENZA ::

:: Pavia ::

History Walk a Pavia con la 4C

 

:: MILANO

History Walk a Milano con la 2C THE BLACK DEATH

– Vai alla gallery Verona
– vai alla gallery Monza e Torino

 

 

 

 

 


CINEFORUM IN LINGUA
La prossima primavera partirà un cineforum in lingua. Informazioni più precise verranno comunicate tramite circolare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Study Here, Go Far! - Seguici su Instagram!